Come funziona l'osteopatia

Come funziona l’osteopatia

L’osteopatia non può essere caratterizzata dai metodi che utilizza, ma dai suoi obiettivi: 

  • portare congruità al corpo
  • consentire al paziente di partecipare in un involucro uniforme, pronto per l’uso.

Il consulente manuale osteopatico sceglierà i metodi in base alle necessità del paziente, al suo tipo di corporatura, alla sua età, alla quantità di energia che ha e ai traumi precedenti che portano ai suoi effetti collaterali.

Tutti i metodi osteopatici sono delicati e ben definiti per le necessità del paziente in quel giorno specifico.

Capiremo ora attraverso un piccolo viaggio nel mondo osteopatico, come funziona l’osteopatia.

Se hai bisogno di trattamenti osteopatici mirati, vicino a te:

Osteopatia Sottostante

Le procedure dell’osteopatia sottostante gestiscono articolazioni, ossa, tendini e muscoli del corpo. 

Incorporano vari controlli delicati, dal ristabilire l’armonia nelle articolazioni del corpo, alle procedure di energia muscolare in cui il paziente corregge efficacemente la rottura con i suoi muscoli.

Alcuni metodi utilizzano una rotazione dell’articolazione chiamata “circonduzione” per ristabilire la portata più estrema del movimento dell’articolazione.

Esistono strategie per il tessuto connettivo, in cui utilizziamo il luogo di equilibrio nelle fasce dove lo sviluppo è facile. 

Le fasce, o “tessuti connettivi”, racchiudono tutto ciò che è nel corpo come una ragnatela. Comprendono muscoli e articolazioni e interfacciano le tue viscere con la colonna vertebrale. 

La legittima versatilità di questi tessuti connettivi è fondamentale per la tua posizione. 

Immagina un lenzuolo: supponendo che qualcosa lo tiri da un lato, l’intero lenzuolo sarà tirato in quel modo. 

L’equivalente è valido per la tua fascia.

Il tuo consulente manuale osteopatico può anche darti estensioni, attività di respirazione, attività di rinforzo e consigli per aiutare il tuo corpo a migliorare più rapidamente.

Osteopatia istintiva

Immagina uno scenario in cui l’aggravamento alla schiena è stato causato dalle tue viscere.

L’osteopatia istintiva aiuterà gli organi delle viscere, del torace e del bacino a rintracciare la direzione per tornare al benessere.

Molte persone considerano i “visceri” come relativi alle viscere nella regione mediana come il colon, ma sono anche contenuti nel collo, nel torace (il recinto delle costole) e nel bacino. 

Così l’osteopatia istintiva viene utilizzata per trattare queste varie parti.

Controlleremo:

  • il petto con il cuore
  • i polmoni
  • il sistema gastrointestinale 
  • il collo 
  • il tuo tronco  
  • tutti gli organi e visceri che contiene
  • il bacino con il colon 
  • la vescica per le donne (e la prostata per gli uomini)
  • il loro quadro ginecologico

Il pensiero alla base del lavoro istintivo è quello di fornire una pressione nelle viscere che sta influenzando il resto del tuo corpo. 

La loro preparazione prevede standard simili a quelli di un’articolazione, collegando due ossa con tendini, legamenti e tessuti connettivi. 

Il sistema gastrointestinale ha “articolazioni istintive” tra le viscere e la struttura dura. 

Qualsiasi rottura in questi due casi influenzerà le loro strutture di sospensione e inerzia, e ciò implica che il lavoro delle tue viscere sarà influenzato. 

Modello: il dolore lombare è spesso causato da problematiche nelle viscere. 

Gli individui sono spesso scioccati nello scoprire che il loro tormento lombare è creato da problemi legati allo stomaco oppure ad una valvola ileocecale. 

D’altra parte, i problemi alla parte bassa della schiena possono causare problemi allo stomaco.

In primo luogo, riconosceremo il segno di limitazione della portabilità nei visceri che potrebbe essere connesso a:

  • Una cicatrice di un intervento chirurgico
  • Irritazione
  • Reattività al cibo o sensibilità al cibo
  • Fatica

Troveremo da dove viene l’assenza di movimento per trattare il driver principale del tuo effetto collaterale.

Come l’osteopatia aiuta le viscere

L’osteopatia aiuta le viscere riequilibrando i tendini che trattengono gli organi lavorando in associazione con lo stomaco, che è un controller della deformazione tra il torace (confine costale) e la parte centrale rilassando l’involucro o i tendini che reggono l’organo, il che aiuterà ad espandere la sua capacità trattando le ossa (schiena, costole, bacino) dove si uniscono le viscere.

Le viscere sono qualcosa che di tanto in tanto ignoriamo quando incontriamo un disagio e possono influenzare il corpo in molti modi. 

Il tuo specialista osteopatico, grazie alle sue ampie informazioni sulle strutture vitali, comprenderà le varie associazioni e variazioni che provocano il tuo aggravamento.

Osteopatia cranio sacrale

Questa parte dell’Osteopatia gestisce il cranio, il sistema sensoriale focale e il liquido cerebrospinale che, insieme, interfacciano la psiche e il corpo come un’unità. 

Questo è un apparato fondamentale per trattare il corpo in modo completo.

W.G. Sutherland, un sostituto di A.T. Still, fu molto colpito da un teschio che ha visto a scuola, vedendo come le ossa mondane hanno punti cranici (articolazioni combinate della testa) che sembrano branchie di un pesce. 

Cominciò a pensare se quelle “branchie”, come quelle di un pesce, potessero muoversi. 

Questo fu l’inizio dell’osteopatia cranica.

  • Il teschio è composto da 22 ossa collegate tra loro da punti che salvaguardano un pezzo importante del tuo sensore proseguendo attraverso il corso del liquido vertebrale fino all’osso sacro. 

Questi disegni devono effettivamente muoversi in modo appropriato.

A causa della sua comprensione delle strutture vitali, il professionista osteopatico vorrà effettivamente sentire i tessuti connettivi, le ossa e la flessibilità delle loro associazioni, tuttavia un senso materiale eccezionalmente evoluto. 

Può quindi decifrare ciò che sta accadendo in modo ancora più profondo.

L’ osteopata vorrà effettivamente vedere le parti del corpo che sono state colpite in precedenza.

Come un libro, il corpo tiene conto delle tensioni, delle ferite e delle ferite passate, molti di questi professionisti usano fare un feedback neuro dinamico kinesiologico per essere precisi nel lavoro da svolgere.  

Le mani preparate utilizzeranno queste informazioni per ristabilire il benessere del corpo.

Ancora una volta, utilizzando un tocco eccezionalmente delicato, l’osteopata aiuterà le zone del tuo corpo che, dopo essere traumatizzate, a lavorare al massimo delle loro capacità. 

Il paziente sentirà il delicato accenno del professionista e di tanto in tanto sperimenterà una certa intensità o uno sviluppo fluido dalle tensioni che si liquefanno incessantemente lentamente.

I pazienti sentiranno spesso il rilascio del loro corpo e accederanno a un profondo stato di rilassamento durante il trattamento. 

Dopo il trattamento, i pazienti vedranno un miglioramento generale del loro benessere, dei loro livelli di energia, della qualità del riposo.

L’osteopatia cranica insieme al trattamento cranio-sacrale può aiutarti con:

  • Dolori 
  • mal di testa cerebrali 
  • vertigini 
  • blackout
  • infiammazioni del movimento
  • infiammazioni orecchio/gola/naso 
  • sinusite
  • Problemi dentali cure ortodontiche
  • digrignamento dei denti 
  • ATM
  • Colpo di frusta flessione da incidente 
  • Cadute
  • Lesioni
  • Disagio
  • stress emotivo 
  • disagi dormienti

I bambini sono eccezionalmente reattivi a questo metodo

Unendo queste tre metodologie, il tuo osteopata vorrà effettivamente utilizzare la giusta strategia per trattare al meglio la base della tua condizione medica.

KINESIOLOGIA - METODO K+

di Massimiliano Sciannanteno

P.I: 11098920017

GDPR

CONTATTAMI ORA

Per qualsiasi informazione sulla Kinesiologia Sistematica

SEGUIMI

Seguimi sui principali canali social di Facebook, Youtube ed Instagram

INFO & PRIVACY

Privacy Policy Metodo K+

Cookie Policy